It's only fair to share...

IDEAS

A selection of notes, articles, thoughts, quotes, interviews, reviews, and ideas inspired by what I’ve seen of the world.

10 Portraits Against Prejudice

It's only fair to share...

 

 L’INTENTO

#10PortraitsAgainstPrejudice è un progetto fotografico-editoriale a cura di Davide Scalenghe, Flora Ciccarelli e Giovanni Mauriello, e di tutte le persone che ci hanno creduto e ci hanno regalato il loro tempo, mettendosi davanti ad un obiettivo, in queste bollenti giornate di un luglio torinese. Grazie.

Dieci volti e dieci storie per raccontare in prima persona cosa significa vivere con il pregiudizio – quell’attitudine, quel processo per il quale si attribuiscono ad una persona sconosciuta i tratti e le caratteristiche tipiche del suo gruppo teorico di appartenenza – marchiato a fuoco sulla pelle: troppo grassa, troppo effeminato, troppo aggressiva, troppo strano. Corpi e menti che sfuggono ai canoni di una società che ci vorrebbe tutti alla stessa maniera. Tutti uguali.

Read more

#FuoriPosto: l’Intervista ad Andrea Francardo

It's only fair to share...

Questa è la terza delle quattro interviste del progetto seriale #FuoriPosto che ospitiamo sul nostro sito, scritte e condotte da Floriana Manciagli. In questa occasione le fotografie sono state scattate da due fotografi, Francesco Cavagnino e Pietro Olivetta.

Ambientazione: studio fotografico
Colonna sonora: Bad news, Johnny Cash

La protagonista di #FuoriPosto oggi è Andrea Francardo.

La prima volta che ho conosciuto Andrea eravamo in un locale che si affaccia sul fiume Po, dentro al Parco del Valentino.
Aveva una giacca nera in broccato con dei bottoni dorati, il rossetto rosso e un sorriso sicuro.
Abbiamo iniziato a parlare del mondo della moda e, mentre io me ne lamentavo a lei brillavano gli occhi.
Ne sono rimasta affascinata.

Read more

TERRORISMO E DISOCCUPAZIONE

It's only fair to share...

È il momento del dolore, ma permettetemi un’osservazione.

In queste occasioni i politici tendono ad enfatizzare il classico “loro” contro di “noi”, con le solite frasi di rito del tipo “Loro ci vogliono togliere la libertà”. Lo si sente ogni volta che tragici fatti come quelli di oggi accadono. Vero – un rischio di riduzione di alcune libertà ci sarebbe se, ad esempio, venissero introdotte restrizioni per prevenire attacchi terroristitici molto drastiche, come il chiudere le frontiere interne, quindi meno libertà (o facilità) di movimento, di andare a scuola, di farsi curare. Molto più difficile togliere la libertà di pensiero (l’unico modo di fare questo è uccidere una persona, si pensi, banalmente, a Socrate), e, ormai, di espressione (parlando di Occidente).

Allora, i giornalisti chiedono: come si possono sconfiggere questi terroristi?

Sappiamo che molti di questi terroristi responsabili di attacchi in Europa erano/sono europei. L’asse terroristico Parigi-Bruxelles è formato da giovani cresciuti nei quartieri più poveri delle due città, quelli che ti offrono meno possibilità di ottenere una buona istruzione, o un lavoro.

Nella zona euro, che comprende attualmente 19 Paesi, si è registrato nel 2014 un tasso di disoccupazione pari all’11,4%.

Ovvero 38,76 milioni di disoccupati su 340 milioni di abitanti.

Read more

EARTH HOUR 2016: SWITCH ON YOUR SOCIAL POWER

It's only fair to share...

When: March 19, 2016 from 8:30 to 9:30 pm
Where: Our World
How: Switch off Your Lights and Switch on Your Social Power
Who: All of Us, Together as One
Why: to Not Take Anything for Granted, and Be Grateful

Earth Hour is a worldwide movement for the planet organized by the World Wide Fund for Nature (WWF).

It was famously started as a lights-off event in Sydney, Australia in 2007. Today, Earth Hour engages a massive mainstream community on a broad range of environmental issues. The one-hour event continues to remain the key driver of the now larger movement.

Earth Hour 2015 took place on Saturday, March 28, as always between 8:30 and 9:30 pm local time. It is held in March to coincide with the equinox signaling the beginning of spring, in the Northern hemisphere. The March equinox marks the moment the Sun crosses the celestial equator – the imaginary line in the sky above the Earth’s equator – from south to north.

The tagline for the global campaign was “Change Climate Change”, returning to the movement’s original focus to initiate citizen action on global warming. A day before the event, over 170 countries and territories had confirmed their participation; with more than 1200 landmarks and close to 40 UNESCO world heritage sites set for the switch off.

More than anything, Earth Hour is symbolic. But it’s the type of symbolism that launches a message we need to share as powerfully as we can right now: Oh, this winter has been so “pleasantly warm” this year. Well, here’s the message: that’s just wrong.

Enjoy your candlelit dinner, or the beam of sunlight reflected by the moon. The real Light, well that one you can find even in the darkest places.

Whatever you do, think how lucky you are to have the opportunity to reverse the direction of a vicious cycle into a virtuous one.

For the occasion, use the hashtags  #yourpower and #changeclimatechange.

And now, enjoy this short video message. Thank you.

LEILA ALAOUI: PHOTOGRAPHER, WOMAN, FIGHTER

It's only fair to share...

It was January 15, 2016, when we heard the news.

I had recently returned from a long trip to Brazil, and had reunited with my family in our hometown of Turin, Italy, to begin the new year together. On January 7, my sister returned to Washington, DC, with my father, so he could help with our new born nephew, whilst my brother-in-law, on that same day, took off for an assignment with Save the Children. Destination: Ouagadougou, the capital of Burkina Faso.

A week later, gunmen armed with heavy weapons attacked the Cappuccino restaurant and the Splendid Hotel in the heart of the city. The number of fatalities reached 30. As the news spread, we learned that my brother-in-law had escaped the attack unharmed, in spite of having been in the vicinities of the locations attacked (most frequented by foreigners and NGO workers.)

Fast-forward two months later, a friend and colleague takes me to visit Virginia Branson’s (the Virgin founder Richard’s sister) superb riad in the centre of the Marrakech Medina: El Fenn. She’s a guest there, as she’s writing the new Wallapaper guide to the Moroccan city.

Read more

17 APRILE: FACCIAMOCI SENTIRE!

It's only fair to share...

Questo dovrebbe essere l’inizio di un movimento. Sembra una frase fatta, probabilmente lo è, ma il 17 aprile si terrà un ‪#‎referendum‬ in Italia, lo sapevate!? Riguarda la possibilità di continuare a ‪#‎trivellare‬ i nostri mari al di là delle 12 miglia dalla costa (principalmente quella Adriatica).

Innanzitutto ANDIAMO a votare così che si raggiunga il quorum (nel raggiungerlo né il governo né di conseguenza i media ci aiuteranno), e votiamo SÌ se vogliamo fermare le trivellazioni. Dopotutto, c’è qualcuno che se la sentirebbe di essere la/il ‪#‎SarahPalin‬ versione italiana?!? Ne va di noi, del nostro pianeta, e delle famose generazioni future ora talmente evocate nella sfera pubblica che non hanno quasi più valore. “Drill baby drill” è un’affermazione preistorica. Priva di senso. Questo è l’inizio di una campagna. Uniamo le forze.
Data: 17 aprile 2016.
Andiamo tutti a votar in massa, forse questa volta il nostro voto avrebbe una senso, se il quorum viene raggiunto. Come invece ormai da tempo non accade per le elezioni politiche, dove la maggior parte delle persone hanno perso ogni speranza. Il referendum è diverso. Abroghiamo, cancelliamo quello che non ci va. Se ci credere, condividete.
#NOtrivellazioni #votoSiperdireNO #17aprile

Per capirne e per saperne di più, cliccate qui:
Cosa prevede il referendum sulle trivelle (Fonte: Internazionale, 24 Febbraio 2016)

main_900

INTENTION IS TRUTH, NOT OUTCOME

It's only fair to share...

Intention is everything, and people individually and collectively are smart enough to see right through you if you appear false to them – if you appear to have a hidden agenda, if you’re saying one thing but really mean another. Having a clear intention about your goal and making that goal about truth rather than outcome will make you a successful, effective advocate 100 per cent of the time.

#thoughtoftheday #InternationalDevelopement #Cooperation

 

È TUTTO COSÌ OVVIO

It's only fair to share...


(Soggetto video: Jacopo Naldi, Tommaso Moretti)

È tutto così semplice, ovvio, in realtà. Una di quelle questioni per cui tra 50 anni (per essere generoso) ci guarderemo alle spalle e diremo: ma veramente abbiamo sperperato così tanto tempo a dibattere dell’ovvio? Mi spiego.

Read more

DON’T ASK ME WHERE I’M FROM

DON’T ASK ME WHERE I’M FROM

It's only fair to share...

The hardest question for me to answer when I meet someone is: where are you from. Truly. I was born in Heidelberg, Germany, and grew up in Turin, Italy. I spent my 20s in London, UK, where I graduated and began my professional journey, to then work and live in several other countries. I have Italian origins, but my biological family now lives between the USA and Greece. Some call me Italian. Some English or German. Some others yet, multinational, or a global citizen.

Naturally, I was very intrigued when I recently watched a TED speech by Taiye Selasi (a writer and photographer), as she analyzes exactly that sentiment when it comes to defining origins: countries are not absolute, they are a concept – they appear and disappear.

Read more